Giovedi, 22 aprile 2021 - ORE:21:21

Allergie, la scoperta è davvero sconcertante: sarà sempre peggio?

Introduzione

Indice

La quantità di pollini nell’aria è aumentata del 46% rispetto agli anni ’90. È uno dei dati al centro del congresso della Società italiana di allergia e immunologia pediatrica, in corso a Firenze. Questo perché, come spiegano gli esperti, il riscaldamento globale faciliterebbe l’incremento di alcune specie di piante allergeniche anche in zone in cui prima non esistevano. “Il cambiamento climatico ha fatto allungare di circa 10 giorni la durata media della stagione di fioritura dei pollini… PER CONTINUARE A LEGGERE, CLICCA SUL PUNTO 2 DELL’INDICE

Smartwatch free
Loading...


Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 26 seconds
Scrivi la tua opinione

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.