Domenica, 20 agosto 2017 - ORE:06:00

Contro la malaria? Ecco a voi la Zanzara Killer


La notizia del grande successo degli scienziati di Adnkronos (Los Angeles, California) sta facendo il giro del mondo: perché dopo ben vent’anni di testardaggine, volontà, e dedizione, sono riusciti a dare alla luce la cosiddetta “zanzara killer”, un insetto che serve a contrastare la malaria.

Secondo le statistiche dell’OMS ( Organizzazione Mondiale della Sanità) nel 2010 la malaria ha tolto la vita a più di 650mila persone, tra cui un numero copioso e struggente di bambini africani, dotati di un sistema immunitario assai più debole rispetto a quello degli adulti.

Cos’è davvero , e com’è nata la “zanzara killer” ?

I ricercatori hanno allevato un insetto resistente al virus della malaria, mediante l’introduzione di un gene, affinché modificasse la zanzara trasformandola in età adulta in un essere incapace di diffondere la malattia.

Questa zanzara geneticamente modificata ha un nome: si tratta della Anapholes Stephensi , la più pericolosa e mortale portatrice della malaria

L’obiettivo degli studiosi sarebbe quello di creare vere e proprie “colonie di zanzare killer” , sempre modificate a livello genetico, per rilasciarle nei luoghi dove sono presenti gli insetti portatori di malattia, affinché vengano sterminati il prima possibile.

Un progetto ambizioso, ma dai tratti realistici e radicali, perché con un grande “male” occorrerebbero soluzioni abbastanza drastiche. Ma all’orizzonte si stanziano delle sgradevoli previsioni per quanto riguardano le cifre stimate dall’Oms.

Alcuni scienziati ritengono che la malaria possa solo che salire, e mietere

ancora vittime innocenti, a causa dello straordinario cambiamento climatico, che fa preannunciare un aumento delle precipitazioni.

Ciò porterebbe alla creazione di paludi e pozzi, il regno prediletto dalle zanzare dove si riproducono, che sfocerebbe nella conseguente dilatazione dei casi d’infezione.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 17 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.