Martedi, 25 luglio 2017 - ORE:16:54

Tra ieri e oggi: cervello maschile e femminile


cervello maschile

C’è differenza tra il cervello maschile e quello femminile?

Nel corso del XIX secolo emersero teorie pseudo-scientifiche su basi razziali e sessuali che decretarono l’inferiorità intellettuale del cervello della donna rispetto al cervello maschile.

I ricercatori sottolinearono le differenze tra gli emisferi cerebrali: l’uomo bianco venne associato all’emisfero sinistro, simbolo della sede dell’umanità, dell’intelligenza, della coscienza e della ragione, mentre l’emisfero destro si pensava che fosse proprio delle donne, dei neri, dei bambini e dei criminali, ritenuta la zona dell’istinto, della follia, dell’animalità, dell’emotività, dell’inconscio e del linguaggio analogico.

Inoltre si sostenne che il limite della donna avesse a che fare con le dimensioni del suo cervello, più piccole , rispetto a quello maschile. Si trattò di un vero e proprio sessismo e razzismo, che accentuò il debole potere del senso dell’umanità. Un autentico delirio scientifico, che non trovò mai un presunto e veritiero fondamento nel corso del XX e del XXI secolo.

Oggi viene smentito il falso pregiudizio

Oggigiorno si sono smentite le sciocchezze proclamate nell’800 , e per buona parte della prima metà del ‘900. Si sono adottate tecniche innovative e concrete, quali la tomografia a emissioni di positroni e la risonanza magnetica nucleare, che hanno permesso di rilevare sottili differenze derivanti dall’azione dei geni e degli ormoni sessuali. In altre parole sembrerebbe che il cervello sia davvero “sessuato“.

Ma allora quali differenze ci sono tra il cervello femminile e il cervello maschile?

Il cervello maschile è senza dubbio più legato all’emisfero sinistro, razionale, logico e rigidamente lineare, ed è più atto alle situazioni semplici e collaudate. Stando alla scienza possiamo affermare con certezza che, anzitutto, il cervel­lo maschile è più grande di circa il 10 per cento. Ma le dimensio­ni non sono tutto. Il cervello della donna è un organo più sofisticato: il corpo calloso è molto più complesso, perchè è quella struttura, composta da fibre nervose , che consente la comunicazione tra emisfero destro e sinistro.

Nelle situazioni complesse la donna è un passo avanti, perchè il suo cervello è meno rigido , e quindi è portato ad analizzare un panorama più ampio di dati e possibilità. Ricerche scientifiche di tutto rispetto hanno dimostrato che nella donna è più attiva la zona dei lobi frontali, un’area legata alla sede emotiva del lobo limbico; dunque le donne agiscono in larga misura più sotto l’influenza emotiva.

La donna è di natura più tenace e reagisce meglio allo stress

La donna è molto più resistente e tenace a sopportare lo stress, sia in ambito fisico che psicologico (basti pensare al periodo mestruale), perchè risulterebbe più protetta, in virtù di una piu’ alta concentrazione di estrogeni, rispetto al maschio che tenderebbe a concentrarsi di più sulla soluzione del problema in sè, senza ricorrere al supporto sociale e tantomeno a gestire le emozioni negative.

Studi compiuti presso la “Pain Management Unit of the University of Bath ” farebbero pensare che le donne siano in realtà più vulnerabili al dolore, quindi è come se fossero più “abituate” a confrontarsi con le sensazioni dolorose. A livello fisico la donna ha una migliore capacità elastica muscolare e riesce meglio ad ossidare gli acidi grassi, a differenza degli uomini.

Che esistano differenze tra uomo e donna lo sapevamo tutti, ma che partano dal sistema nervoso forse è un po’ meno noto.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 41 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.